Bianco e nero

Qualche giorno fa sono stata nominata in una sorta di gioco, una di quelle catene su Facebook che si vedono spesso nei feed di notizie. Solitamente non amo questo genere di cose, e sì, spero sempre di non essere scelta!

Questa volta si tratta di fotografia, e così raccolgo la sfida, ma senza nominare nessuno. Gioco per il semplice gusto di fermarmi per qualche istante e scegliere 5 scatti in bianco e nero. Non so se le immagini scelte sono le più belle o le più “artistiche”, ma ognuna rappresenta un momento, un luogo, un’emozione a me cari.

Ecco quindi la mia selezione.

1/5

rain in the forest

Ogni storia ha un inizio: la natura, i suoi ritmi e la sua mutevolezza. La semplicità di un ramo spoglio e qualche goccia di pioggia in un pomeriggio d’autunno. La bellezza è ovunque, nei paesaggi mozzafiato come nei piccoli e semplici dettagli.

2/5

london

La strada curva all’improvviso, dal silenzio dei boschi fino a Londra. Invece di una classica foto della città, ho scelto questa: Notting Hill, pioggia battente, un ottimo hamburger in un locale scovato su internet. Una scena qualunque, in un qualunque giorno a Londra.

3/5

 

 

bruges

In barca a Bruges, Belgio. Viaggiavo da sola, la migliore decisione che potessi prendere un anno fa. Mi sono presa del tempo per camminare, scoprire, osservare, iniziare un dialogo con me stessa. Un viaggio a 360°.

4/5

torino

Come dimenticare Torino, la mia città. Scappo e poi torno qui, apprezzandola ogni volta un po’ di più. Il progetto The Lonely Walkers mi ha insegnato a guardarla con occhi curiosi, e da quel momento non ha mai smesso di mostrarmi la sua bellezza.

5/5

camargue

Ritorno al primo amore, la natura, e la catturo su pellicola, in un dialogo continuo tra vecchio e nuovo, conosciuto e sconosciuto. Tempo per vedere, per preparare la macchina allo scatto; il silenzio che non è mai tale, lo sguardo che si perde fin oltre l’orizzonte.

 

Questo post è disponibile anche in: Inglese

30 novembre 2014

admin

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS