Letture in alta quota: “La manutenzione dei sensi”

La manutenzione dei sensi, Franco Faggiani

Ci sono libri che capitano al momento giusto, quando più nei hai bisogno. Così è stato per me con La manutenzione dei sensi di Franco Faggiani: scoperto un po’ per caso tramite i social media e incuriosita dalla copertina, l’ho acquistato quasi d’impulso, senza pensarci troppo. Mai acquisto fu più azzeccato.

La storia ci porta nelle vite di Leonardo Guerrieri, vedovo cinquantenne, e di Martino, in affido temporaneo a cui viene diagnosticata la sindrome di Asperger. Per fuggire da una vita monotona, grigia e apatica, Leonardo decide di lasciare Milano e trasferirsi nelle Alpi piemontesi, in alta Val di Susa. Proprio grazie alla montagna, a una nuova vita in una casa isolata in mezzo a prati e boschi d’alta quota, finalmente liberi da tutto il superfluo, entrambi riescono a trovare la propria dimensione, a sentirsi più vivi e a coltivare passioni e aspirazioni. (altro…)

La pura felicità dello sguardo

Mi capita a volte di affrontare la vita come se dovessi chiedere scusa. È un’immagine che lessi anni fa, non ricordo in quale romanzo o racconto: subito infastidita, la feci poi mia. Ciò che ci irrita, in fondo, non è altro che un riflesso di ciò che siamo, di un aspetto di noi che forse non vogliamo vedere e che vorremmo cambiare. Col tempo queste parole mi sono tornate spesso in mente e ancora oggi ogni tanto fanno capolino. (altro…)

Imparare a camminare

Siamo padroni di ciò che pensiamo. È bene ricordarcelo quando stiamo male. Siamo noi a scegliere a cosa pensare e a cosa no.
G.

Alcune persone entrano nella nostra vita e condividono con noi un pezzo di cammino, poi, per varie ragioni, le strade si dividono. Possiamo scegliere di abbandonarci languidamente alla tristezza, di riempirci la testa con mille domande e rimpianti, oppure guardare avanti, portando con noi ciò che di bello ci ha lasciato. (altro…)